whatsapp

Attenzione al falso audio di Whatsapp

E’ un attacco insidioso che se a buon fine permetterà ai cybercriminali di installare un malware sul vostro smartphone/computer e rubarvi tutte le password di accesso anche ai vostri portali bancari.

Il tentativo di attaccarvi inizia con una falsa email che simula la disponibilità di un falso messaggio privato Whatsapp che potete basterà ascoltare cliccando sul pulsante Play.

Il malcapitato che dovesse cadere nel tranello verrà indirizzato su una pagina con dominio Russo che cercherà di indurvi a cliccare il pulsante di accettazione delle notifiche Web (con la scusa che deve verificare che non siete un Bot, come accade normalmente nella stragrande maggioranza dei siti web).

Questo dovrebbe già mettervi in allarme, in quanto non è certo abilitando le notifiche web del browser che si dimostra che non siete un Bot.

Se cliccate sul pulsante “Allow“, darete inizio all’attacco.

Piccoli dettagli dell'attacco

Il vostro browser scaricherà un Trojan in Javascript denominato “JS/KryptikFig“. Questo, sfruttando una vulnerabilità del browser di Web Notification, cercherà di bypassare lo UAC (User Access Control) del vostro sistema e installare così il malware denominato Infostealer che ruberà tutte le password memorizzate nel vostro browser.

sindrome del granchio

La sindrome del Granchio

La sindrome del granchio, nota anche come teoria dei granchi nel secchio, è un atteggiamento mentale orientato ad ostacolare gli altri nel raggiungimento dei nostri stessi obiettivi.

Nei granchi è stato osservato un insolito comportamento: Se vengono messi tutti insieme in un secchio, si ostacoleranno a vicenda nel tentativo di uscire da quest’ultimo. Si è notato infatti che se uno di loro è in procinto di riuscire a scavalcare il bordo e riacquistare la libertà, gli altri invece di aiutarlo, cercheranno di tirarlo dentro di nuovo, come se provassero frustrazione nel notare il coronamento degli sforzi di un loro compagno di sventura e pensassero: “Se io non riesco ad uscire neanche tu puoi farlo!

Questa sindrome è stata identificata anche negli esseri umani. Si tratta di quelle persone che, quando interagiscono con personaggi che hanno raggiunto grandi traguardi oppure dimostrano eccezionali capacità in vari campi, tendono a denigrarli anche in modo pesante e scorretto.

Sui Social Network si identificano facilmente: Sono chiamati Haters.

Sindrome del Granchio e Aziende

Chi opera all’interno di un’organizzazione produttiva dovrebbe analizzare il personale ed identificare i soggetti affetti dalla sindrome, in quanto uno studio Neozelandese del 2015 è stato in grado di quantificare che organizzandosi in modo che sia impossibile determinare per ognuno dei colleghi i successi degli altri e quindi eliminando l’instaurarsi della suddetta sindrome, si ottiene un miglioramento dei risultati fino al 18%.